Domande frequenti

03. Uno psicologo che ha aperto partita IVA ed è iscritto all'ENPAP quale pensione è prevedibile che riceverà alla fine della attività professionale?
In materia in via generale si rinvia alle informazioni contenute nel sito internet dell’Enpap che risultano continuamente aggiornate e forniscono ampie delucidazioni in materia tuttavia si segnala quanto segue.

L’importo della pensione di vecchiaia è determinato sulla base dei contributi soggettivi annuali versati e delle rivalutazioni applicate.
Ogni anno viene accantonata una somma pari al contributo soggettivo.
Alla fine dell’anno il capitale versato viene rivalutato in base alla variazione media del Prodotto Interno Lordo del quinquennio precedente l’anno da rivalutare.

Il montante così ottenuto all’atto della liquidazione della pensione viene moltiplicato per un coefficiente di trasformazione che aumenta in funzione dell’età di pensionamento.

La decorrenza della pensione è stabilita dal primo giorno del mese successivo al raggiungimento dei requisiti anagrafici (65 anni di età) e contributivi (5 anni di iscrizione e contribuzione effettiva), a prescindere dal momento in cui viene presentata la domanda.


 Ultimo aggiornamento Thu 16 Jul 2015 13:14

Attendi!

Per favore attendere... ci vorrà un secondo!