Domande frequenti

05. E’ possibile svolgere l’attività di psicologo presso un immobile ospitante altri autonomi studi professionali?
Ultimo aggiornamento 4 anni fa

L’Ordine non si assume alcuna responsabilità per quanto riguarda la veridicità, l’esattezza e l’esaustività dei contenuti di carattere tecnico riferibili ai documenti presenti sul sito. Sono altresì escluse, in capo all’Ordine, le responsabilità che si riferiscono a danni morali o materiali causati dall’utilizzo di informazioni contenute nel sito che risultino eventualmente errate e/o incomplete. Nel caso venissero riscontrati errori o omissioni all’interno del documento pubblicato, l’Ordine si impegna, ove tempestivamente segnalati, a rimetterne il vaglio al professionista, autore del documento pubblicato.Le clausole sopra indicate non sono finalizzate ad escludere in alcun modo gli obblighi di legge e, in conformità con le norme sul diritto d’autore, mirano a garantire l’identificazione dell’autore del documento.

La risposta a questa domanda è affermativa. Uno psicologo può adibire a studio un locale all’interno di un immobile in cui sono presenti altri studi professionali autonomi (es. legale, tributario), nel rispetto del Codice in Materia di Protezione dei Dati personali (D.Lgs n. 196 del 30/6/2003) e del Codice deontologico previsto per gli iscritti all’Albo.

Attendi!

Per favore attendere... ci vorrà un secondo!